Skip to content

Desplanches Sebastiano Altezza

  • by

Desplanches Sebastiano Altezza; 188 cm

Le tinte rossonere dei cambi di casacca sotto la Madonnina sono state fonte di delizia storica. Dal punto di vista di Viale Aldo Rossi, sembra che il piano si ripeterà nel caso di Sebastiano Desplanches, portiere di eccezionale potenziale che, scegliendo di vestire il nerazzurro per vestire la maglia del Milan, ha rappresentato uno dei più esempi recenti di una tradizione spesso e volentieri propizia all’arrivo del Diavolo.

La sfortuna di Mike Maignan ha costretto i rossoneri a mettere sotto contratto Antonio Mirante, e il club lo ha fatto ed è certo che continuerà a discutere della situazione nella sede del club. Oltre ad Alessandro Plizzari, che è ufficialmente il terzo portiere, in passato è caduta la disgrazia astro nascente oscuro, causata solo dalle gesta di Gigio Donnarumma, che per ora ha costretto le scelte di Maldini e Massara. Una di queste è l’Accademia Rossoneri Portieri, che è stata fondata da giovani della cultura giovanile e che, dopo Donnarumma e Plizzari, ha aggiunto un altro giovane talento con una storia illustre tra le fila di coloro che lottano per spazio e continuità: Sebastiano Displanc.

SOFFIATO ALL’INTER – Classe 2003,

Desplanches è un’azienda familiare fondata a Novara nel 2003 da padre francese (da cui la pronuncia del nome) e madre italiana. Inizia la sua carriera con il Suno, club del novarese che un tempo fungeva da palestra per l’Inter, avanza rapidamente nelle file nerazzurre e infine entra nell’azienda di famiglia, l’Accademia Nerazzurra. Qualcosa, però, si rompe nel rapporto tra i Desplanches e gli interisti nel 2014, portando alla risoluzione dell’accordo.

In quel momento la famiglia Bianchessi si rivolge a Mauro Bianchessi, allora responsabile delle giovanili milanesi, e lui lo mette sotto contratto, soffiandolo alla Juventus, che ne era stata informata. All’epoca i dirigenti rossoneri erano già convinti di aver “commesso un grave errore” e ne fu una testimonianza il rapido sviluppo del giovane, visto che era stato inserito nell’ormai famoso progetto “Milan Gold”, che aveva come obiettivo lo sviluppo dei giovani calciatori più promettenti.

Un destro di grande abilità ed educazione si sta facendo notare non solo per la sua grande reattività tra i pali, ma anche per la velocità con cui la discesa raggiunge il suolo negli ravvicinati tiri, una qualità che è rara in ragazzi di tale altezza. Un destro di grande abilità ed educazione si sta facendo notare non solo per la sua grande reattività tra i pali, ma anche per la sua grande velocità con cui la discesa raggiunge il suolo negli avvicinati Non appena la squadra è in rossonero, non è mai permesso partono, e con l’arrivo delle partite rossonere, arriva anche la regular season con le Nazionali giovanili italiane.

È stato un lungo viaggio dall’Under 15 all’Under 17 e ora all’Under 19 con tre gare contro Slovenia, Islanda e Lituania, in cui è stato protagonista come titolare in tutte le partite tranne una (0 gol in tempi supplementari e uno meritevole di menzione) e che, nonostante i suoi sforzi, si è tradotto in un leggero acciaccato per i rossoneri.

Desplanches Sebastiano Altezza

GIA’ BLINDATO (GIA’ BLINDATO) – I milanesi hanno molta fiducia in lui, come dimostra il fatto di aver accecato lui e la sua famiglia lo scorso 12 marzo, con un contratto che durerà fino al 30 giugno 2023, rendendolo il primo professionista a farlo. All’epoca il suo rappresentante, Andrea D’Amico, disse: “È questa l’erezione di Donnarumma? Sì, siamo al cospetto di un grande talento che dovrà essere monitorato da vicino.

I milanesi sanno che tipo di giocatore hanno tra le mani, e lo sa anche il resto del mondo”….. È probabile che possa incontrare degli ostacoli durante tutto il suo percorso con la Festa della Rosa di Primavera, dato che sta iniziando la rosa di Federico Giunti a dare segni di stanchezza.Desplanches ora si alterna con il greco Pseftis in Youth League, e per avanzare dovrà continuare a strappare le unghie ai guantini.

Navglio rossonero – La nave dai capelli rossi Dopo aver iniziato la sua carriera con lo Sparta Novara e il Suno, il giovane si è ora trasferito al Milan, dove giocherà per l’Interello. Desplanches nasce a Novara nel 2003 e lì inizia la sua carriera prima di trasferirsi al Milan. Sebastiano, invece, ha fatto una scelta coraggiosa dopo quattro anni, scegliendo di navigare sulla sponda rossonera del Naviglio.

Allo stesso modo, il portierino piemontese ha avuto poco tempo per affermarsi come una delle nascenti osterie cittadine, ponendosi al centro di un’importante tradizione giovanile che prevede la produzione di una bandiera portuale a Donnarumma di fama internazionale. La classe 2003 ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo del nat giovanili nazionali, dall’Under 15 fino all’Under 17. Anche la classe 2003 ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo delle nazionali giovanili.

Nonostante una stagione tutt’altro che stellare sul campo dei risultati, Desplanches si è messo in una posizione di forza a causa di alcuni sfortunati eventi accaduti durante la prima metà della stagione. Una prestazione sostenuta dai numeri di fine stagione: 15 subite in 11 partite giocate, contro le 16 al passivo in otto partite giocate che non sono riuscite a strappare l’Under 17 rossonera dalla vetta della classifica in questa stagione.

Preparati per la battaglia – Desplanches è emerso

come il protagonista di una rapida ascesa al vertice del campionato francese e sarà incluso nella rosa di prova per la competizione Primavera della Premier League a partire dalla prossima stagione. A portiere del mancino educato, utilizzato per iniziare la sfida con appoggi corti o per lunghe e precisi rilanci alla ricerca degli attaccanti, la classe 2003 excelle nelle uscite basse, un pezzo forte del suo

Noto per essere veloce sui suoi piedi e deciso nel fare la migliore decisione possibile sul tipo di intervento da eseguire, questo giovane sta completando anche uno sviluppo fisico che gli ha permesso di ritrovare la sua precedente altezza di ventuno metri e ottantuno centimetri a livello della muscolatura, pur mantenendo la agilità e flessibilità che lo hanno reso così bravo nel fare un passo laterale.

Dopo aver svolto un ottimo lavoro nel trasferire sicurezza alla difesa e guidare l’evacuazione con una personalità piacevole, Desplanches sta gettando le basi per una lunga e fruttuosa carriera che lo porterà ad affrontare nuove e stimolanti sfide. Il termine paragone sarà rigorosamente rispettato, ma se Sebastiano riuscirà ad attenersi ai termini del suo contratto, il Milan avrà in suo possesso un altro portierino pronto a spiccare il volo.